“Previsioni Astro-Meta-Fisiche dicembre 2020 e inizio anno 2021”

[La forma della “Elica del DNA” che Giove e Saturno formeranno nel Cielo]

Aggiornamento dicembre 2020. Da tempo mi state chiedendo cosa prevedono i miei “Calcoli Profetico-Astronomici” e con questo post (dove vedrò di essere il più sintetico possibile), cercherò di rivelarvi quanto da me “intravisto”. Lungi dall’intraprendere una discussione sul corretto metodo per interpretare gli “Astri” (non mi interesso di “Astrologia” e sapete ampiamente cosa ne penso), la tecnica da me utilizzata cerca in realtà di studiare il Cosmo osservabile, integrando conoscenze esoteriche passate e scientifiche più all’avanguardia. Perciò, oltrepassando qualsiasi “querelle” al riguardo e che non mi compete (se volete mi leggete, altrimenti mi cestinate), vediamo di passare subito alle cose serie:

a) La mattina del 12 dicembre, prima dell’alba, la Luna sarà a meno di 5 gradi dal pianeta Venere, nella Costellazione della Bilancia.
b) 14 dicembre, Eclissi di Sole totale non visibile dall’Italia, ma dal Sud-America. Il Sole (e quindi l’Eclissi) sarà nella Costellazione dell’Ofiuco.
c) La sera del 17 dicembre, appena dopo il tramonto, la Luna si trova in congiunzione con la coppia Saturno-Giove, a poco più di 3 gradi di distanza, nella Costellazione del Capricorno.
d) Tra il 17 e il 18 dicembre il Sole esce dalla Costellazione Zodiacale dell’Ofiuco ed entra in quella del Sagittario.
e) Il 21 dicembre, giorno del Solstizio di Inverno, congiunzione tra Giove e Saturno, con una distanza angolare di appena 0.1 gradi, tra le Costellazioni del Sagittario e del Capricorno.
f) Il 23 dicembre la Luna è in ampia congiunzione con Marte, con gli astri distanti quasi 10 gradi, nella Costellazione dei Pesci.
g) Il 27 dicembre la Luna si trova a meno di due gradi di distanza dalla stella Aldebaran nella Costellazione del Toro.
h) Notte del 30 dicembre, Luna Piena, nel bel mezzo della Costellazione dei Gemelli.

Quanto da me riportate sono le esatte posizioni del Sole, della Luna e i Pianeti all’interno delle Costellazioni Zodiacali durante i giorni di dicembre, osservabili sia a occhio nudo (quindi la loro “REALE POSIZIONE” nel Cielo), sia come riportato in qualsiasi applicazione astronomica, scaricabile anche sui vostri smartphone, utilizzabili pure dagli astronomi amatoriali. Si evince da questa breve didascalia un’alta concentrazione di “Eventi Celesti” fuori dal comune, compresa la “Congiunzione Giove-Saturno” che non si ripeteva in queste modalità da almeno 800 anni, formando per una sola sera un unico e luminosissimo astro nel firmamento, una vera e propria “Stella di Natale”, dato il periodo in cui quest’anno si verificherà.

Come vi avevo spiegato anche in altri post da me pubblicati nei mesi scorsi, in questi ultimi anni e mesi si sono verificate tutta una serie di configurazioni celesti fuori dal comune che hanno visto alcuni pianeti protagonisti. Venere, la scorsa primavera, poi accompagnata alla sera da Mercurio (diventate poi “stelle” del mattino), Giove, Saturno e Plutone, mai così “ravvicinati” nel Cielo, e Marte, il quale da vero “outsider” ha solcato il Cielo apparentemente in lungo e in largo, portando un vero e proprio scompiglio. La stessa “Pandemia da Coronavirus” (Covid) è apparsa sotto il suo influsso, così come anche vari eventi eccezionali: i mega incendi in Australia e in California, i disastri legati al fuoco (l’esplosione di Beirut), o all’acqua (le tante alluvioni in varie parti del Mondo, comprese le più recenti in Italia), le tantissime tensioni sociali avvenute in ogni angolo del Mondo, scatenatesi per i svariati motivi, etc.

Il fatto è che questo mese di dicembre, proprio per la sua alta concentrazione di eventi, segna un vero e proprio spartiacque. In brevissimo tempo avremo una serie di congiunzioni della Luna con vari pianeti, una Eclissi totale di Sole (visibile dal Sudamerica), il passaggio del Sole dalla Costellazione Zodiacale dell’Ofiuco a quella del Sagittario e Il Solstizio d’Inverno coincidente con la “Grande Congiunzione” tra Giove e Saturno. La Terra, inoltre, trovandosi al centro di tutti questi eventi, si ritroverà persino al centro di un “contendere energetico” senza precedenti, perché da un lato avrà Giove, Saturno e Plutone, dall’altra Marte semi congiunto con Urano, e durante l’Eclissi la Luna sarà rivolta ovviamente verso il Sole, con anche Mercurio posizionato dall’altro lato. Una particola nota di attenzione riguarda le influenze di tali formazioni, perché oltre a quella potente esercitata durante una Eclissi di Sole, vi è persino quella della Congiunzione Giove-Saturno, dal momento che i due giganti del Sistema Solare generano tra i più poderosi “Campi Magnetici e Gravitazionali”, in questo caso perfettamente allineati tra di loro.

Quali conseguenze? Appare sempre più evidente l’influenza della Luna sui vari terremoti e le eruzioni vulcaniche, quindi è presumibile pensare che le varie congiunzioni in atto, in special modo quella con il Sole (l’Eclissi), porterà ad una sollecitazione delle funzioni geologiche della Terra, con la possibilità di forti terremoti (e possibili tsunami, a seconda del luogo di insorgenza), nei giorni successivi l’Eclissi e almeno per buona parte di inizio gennaio. Tale contesto verrà via via alimentato in potenza anche dagli altri eventi celesti, compresa la “Super-Congiunzione” dei due Giganti Gassosi, a mò di vero e tira e molla di proporzioni colossali. Tale movimento, sollecitato anche da un Marte in fuga ma non ancora domato, contribuirà a tenere alta la tensione sociale specie sulla vita mondana umana, dove, seppur da un lato potrebbe portare a una regressione della “Pandemia” da inizio del nuovo nuovo in poi, dall’altra tutto questo periodo snervante appena vissuto, potrebbe sfociare in momenti nuovi e particolari, persino imprevedibili.

Ci aspetta si, un periodo di grandi cambiamenti, ma come sovente la storia insegna, certi cambiamenti non avvengono senza colpo ferire. E nonostante le future configurazioni astronomiche risulteranno meno intense rispetto appena a quelle trascorse nei mesi scorsi (e le attuali), accompagnandoci verso un periodo di relativa quiete, sappiamo come sia nei momenti di maggior rilascio di stress che avvengono i fenomeni più estremi. Laddove ci sono dei punti deboli queste potenti “Forze Celesti” colpiranno, sia sulla Terra con annessi fenomeni naturali, anche catastrofici, sia sul piano più propriamente umano, visti tutti i cambiamenti già in atto.

A tutto questo dobbiamo inoltre aggiungere anche l’inizio del “Nuovo Ciclo Solare”, inauguratosi proprio in questo periodo (e non poteva essere altrimenti) e che non solo caricherà la nostra Stella di nuova “Energia”, ma di rimando ne saranno coinvolti tutti i pianeti del Sistema Solare, Terra compresa. Cosa aspettarsi allora? Una probabile forte tempesta solare, violenti terremoti con possibili tsunami, ulteriori tensioni sociali, etc., almeno sino a tutto febbraio/marzo prossimi. E di quello che avverrà dopo, avremo modo (spero) di riparlarne. E’ bene comprendiate che il Mondo che avete sino a oggi conosciuto non tornerà più e che i grandi cambiamenti portano sempre verso nuove soluzioni di continuità. L’unica cosa che posso consigliarvi è quella di restare presenti e centrati, ovunque voi siate, qualsiasi cosa potrà accadere, perché più profonde e salde saranno le vostre radici, e più radicati e forti sarete… proprio come fanno gli Alberi. Siate come gli Alberi!

[Seguiranno ulteriori aggiornamenti e approfondimenti in corso d’opera]

Per seguire gli aggiornamenti in tempo reale, seguitemi sul mio Profilo Facebook