“Federico Bellini scrive la prefazione del nuovo Libro di Sonia Lunardi”

Nel tempo che ci sovrasta s’incrociano strade, si palesano, a son di ricordi lontani, a un’eco che risponde solo nel compimento di un sospeso che altri prima di noi hanno tentato di risolvere… Chissà se noi ci riusciamo.” “Chi incontra Chi” è il nuovo Libro di Sonia Lunardi in cui Federico Bellini vi ha scritto una “Prefazione” di presentazione per questo bellissimo lavoro della cara amica e collega, nonché formidabile “Costellatrice“. Acquistabile presso il Centro Culturale Mosaica a Lido di Camaiore, la Libreria Messaggerie Sarde a Sassari e sul sito: www.costellazionifamiliarisonialunardi.it

“La Prefazione di Federico Bellini scritta per il Libro di Sonia Lunardi”

La prima volta in cui sentii menzionare il nome di Sonia Lunardi, fu durante un raduno tra persone che si incontravano il fine settimana, tutte accomunate dal desiderio di condividere conoscenze ed esperienze spirituali. Alcuni amici in comune mi esposero il suo lavoro, diverso da quello di molti operatori già all’epoca noti e conosciuti, oltre a paventarmi la possibilità di un confronto e che avrebbe potuto scatenare chissà quali nuove sinergie. Da allora sono passati molti anni e adesso mi ritrovo qui a scrivere la prefazione di un suo Libro. Nel frattempo, ovviamente, ci siamo conosciuti, frequentati, condivise esperienze, conoscenze, idee, punti di vista, tanto da creare una forte sinergia e veduta d’insieme di quella che reputiamo essere una realtà ritenuta oggettiva (seppur fittizia e illusoria). In questo Libro, nato come un’intervista, Sonia racconta sé stessa e la sua esperienza decennale di Costellatrice, espone il suo punto di vista, la sapienza acquisita sul campo, narra gli episodi più significativi e toccanti avvenuti durante svariate sedute individuali o di gruppo, ma soprattutto amplia gli orizzonti e va “Oltre”. Va aldilà come fa un pittore quando dipinge sulla tela bianca, o il compositore mentre si accinge a scrivere note sul pentagramma ancora vuoto: schizza, abbozza, forma, modella, compone, struttura, riempie, amplia, infine “colora” (o emoziona). Nonostante in questa incarnazione ci conosciamo solo da alcuni anni, a livello universale la nostra “familiarità” affonda le sue radici in quella che io definisco “l’Eternità dell’Attimo”, uno stato di quiete e di grazia il quale tiene in costante comunicazione tutte quelle “Emanazioni” affini e che, dall’alba dei tempi, condividono questa straordinaria opportunità esperienziale. La Costellazione Familiare (compresa quella Universale) e il metodo di indagine attuato da Sonia al suo interno, riformandolo ogni volta, a mio avviso è l’unico strumento in grado di poter dare a quanti ne usufruiscono, una opportunità di indagine interiore e profonda, perché permette “all’Osservatore di Osservare Sé stesso” all’interno di un contesto più ampio, di diventare regista e attore della “Commedia Divina” di dantesca memoria. Sia che si parta dai gironi infernali o si arrivi alle più alte vette celestiali, Sonia rimane lì, ferma, vigile, attenta, accorta, centrata, pronta ad agire ove necessario o a restare ferma (specie se non richiesto), perché tale è la potenza e la “Forza” che la anima. E lì risiede persino quella sua “Forza” di Costellatrice, di Insegnante, di Donna ma ancor più di Madre, in quel suo abbraccio invisibile ed eterno il quale, ovunque si posi, porta quiete e conoscenza. Per questo e tantissimi altri motivi, il presente Libro è un vero e proprio scrigno, pieno di contenuti e informazioni preziose di cui farne tesoro, perché contiene delle verità imperiture semplici e cristalline, proprio come l’Energia che avvolge tutte le nostre esistenze.

Federico Bellini