“Un Ascolto Mefafisico della Musica”

Col termine “Musica Classica” ci si riferisce alla musica colta, sacra e profana, scritta, composta e avente radici nel contesto della cultura occidentale. Essa abbraccia un arco di tempo che va dall’XI secolo al XX secolo. Tale periodo include, in particolare, quello caratterizzato dallo sviluppo e impiego prevalente dell’armonia tonale, codificata tra il XVII e il XIX secolo e il successivo sviluppo di forme atonali e sperimentali. Tra i suoi maggiori autori ricordiamo: Monteverdi, Vivaldi, Bach, Mozart, Beethoven, Chopin, Wagner, Bruckner, Brahms, Verdi, Mahler, Puccini, etc.

Per un “Ascolto Metafisico” della Musica

Pochi semplici accorgimenti. Non fare niente di affrettato ma prenditi tutto il tempo necessario. Pratica questa Meditazione senza alcun disturbo esterno e in silenzio, così come ad eventuali primi problemi che potresti avvertire fermati, non forzarti a farla, riproverai poi in un secondo momento. Ricordati sempre di procedere un passo alla volta e con tutto il tempo che ritieni per te necessario. 

(Si ricorda come sia necessario meditare lontano dai pasti, preferibilmente a digiuno perché il sistema digestivo spesso si ferma durante le tecniche, onde evitare possibili problemi di salute)

  • Sdraiati comodamente e inizia osservando il respiro senza cercare di modificarlo, lasciati trasportare da esso in un rilassamento sempre più profondo.
  • Non pensare volontariamente e se alcuni pensieri attraversano la Mente lasciali fluire in totale libertà e distacco, senza respingerli o giudicarli.
  • Senti il tuo fisico che si fa sempre più rilassato. Quando ti senti pronto lasciati andare all’ascolto musicale facendo scorrere i suoni liberamente e in ogni dove. Resta in questo stato assorto per tutta la durata della Composizione.
  • Osserva cosa accade durante l’ascolto, quali sensazioni vedi o percepisci. Rimani in quella pace, riporta beneficio al tuo “Essere” e di conseguenza al tuo intero Corpo, sia fisico che astrale.
  • Stai in questo stato fino a quanto lo desideri e ne senti la necessità.
  • A conclusione dell’ascolto, lascia dissolvere naturalmente e liberamente i suoni nel tuo organismo e torna con naturalezza alla normalità.
  • Rimani 5 minuti sdraiato, poi inizia a muovere le mani, i piedi e a quel punto puoi riaprire gli occhi.

[Per un ascolto ottimale e coinvolgente si consiglia l’utilizzo di un impianto
audio professionale stereo o, in mancanza di esso, di cuffie ad alta qualità.]

Claudio Monteverdi

Henry Purcell

Antonio Vivaldi

Johann Sebastian Bach

Georg Friedrich Händel

Wolfgang Amadeus Mozart

Ludwig van Beethoven

Robert Schumann

Franz Liszt

Johannes Brahms

Richard Wagner

Pëtr Il’ič Čajkovskij

Anton Bruckner

Antonín Dvořák

Gustav Mahler

Aleksandr Nikolaevič Skrjabin

Leoš Janáček

Jean Sibelius

Arnold Schönberg

Richard Strauss

Maurice Ravel

Alban Berg

Anton Webern

Edgard Varèse

Igor’ Fëdorovič Stravinskij

Dmitri Shostakovich

Giacinto Scelsi

György Ligeti

Arvo Pärt